Sannazzaro dè Burgondi (PV)

La gara

Primo vero "lungo" della stagione con i suoi 25 chilometri (anzi 26, misurati sul campo), la Marcia della Merla si conferma una delle competizioni invernali non competitive meglio organizzate e con più partecipanti (oltre mille anche quest'anno).

Il percorso, che quest'anno si presentava con alcune variazioni, soprattutto nella parte finale, parte dal centro del paese per poi prendere rapidamente la via delle campagne e snodarsi per un buon tratto lungo le rive del Po, che con il suo panorama lo caratterizza.
Un percorso quindi prevalentemente campestre, che si velocizza nell'ultima parte quando recupera la lunga via pedonale e riporta all'arrivo sotto la torre.

Quest'anno una pioggia inopportuna al sabato ha reso il percorso più pesante ed impegnativo, soprattutto per chi ha usato il percorso lungo per cominciare a mettere fieno in cascina in vista delle mezze maratone competitive che anche quest'anno si concentreranno in particolare nei prossimi due mesi.

Com'è andata

Pozze e fango, accidenti!
Una bella sfacchinata, contando anche che, come sempre, qui i percorsi reali risultano alcuanto più lunghi del dichiarato; comunque resta una delle mie gare preferite (e l'anno scorso è stato questo il primo lungo della mia carriera!).

- Stefano